Omicidio bianco al porto di Genova. Pestaggio nero alla Esselunga di Milano. Ecco che cos’è lo sfruttamento.

3 03 2008

  Di Fausto Bertinotti

Giordano: “Il Consiglio dei ministri si riunisca subito in seduta straordinaria”
I morti sul lavoro sono tutti uguali, uguali la tragedia, il dolore e la rabbia. Tutte le morti sul lavoro suscitano un’indignazione perché sono intollerabili anche perché rinviano ad una causa primigenia. Che, nella nostra società, è tornata a farsi così pesante: lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo.

Papa Giovanni XXIII lo definì il più grande peccato dell’umanità. E tanto più ugualmente intollerabili risultano perché non si può dire che, in questo ultimo quarto di secolo, il lavoro sia stato oggetto di riconoscimento e di tutela. Ma quando a Genova, in un santuario del movimento operaio, come la CULMV, muore il portuale Fabrizio Canonero, figlio di un padre che pure morì sulle banchine del porto quando Fabrizio ancora era un bambino, allora bisogna proprio dire, tutti insieme, basta. Ognuno batta un colpo, come a dire che ci siamo anche noi in questa lotta per la vita.

Il governo convochi immediatamente il Consiglio dei Ministri per varare i decreti attuativi del testo unico sulla sicurezza sul lavoro. Le forze politiche presenti nella campagna elettorale non comincino nessuna iniziativa in questi giorni senza dedicarvi la prima parte ai morti sul lavoro e specifichino con quali proposte combattere questa terribile piaga sociale.

La televisione pubblica mandi in onda, in prima serata, il film “Morire di lavoro” fatto solo di testimonianze dirette e sconvolgenti di donne e di uomini colpiti dagli infortuni, affinché nessuno più possa non vedere e tacere.

Lo sciopero proclamato dalle organizzazioni sindacali in tutti i porti italiani segni l’avvio di una nuova mobilitazione generale dei lavoratori, delle forze sociali e politiche della cultura italiana. Domani non sia più come ieri.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: