La nuova rappresentanza italiana in Europa

20 04 2008

di Andrea Collini

Con le nuove elezioni, si sono “liberati” alcuni posti italiani per il Parlamento Europeo, ovvero alcuni attuali europarlamentari, essendo stati eletti nelle ultime elezioni, rinunceranno al posto da europarlamentare per tornare in patria a fare politica.

Uno di questi posti sarà assegnato ad una delle creature della televisione berlusconiana (per la cronaca, che lei chiama “il nostro beneamato”), che ci ha regalato perle come, parlando della Brambilla: “Evidentemente aveva i numeri giusti. Dalle mia parti si dice che ce l’ha di traverso”. E si che io, che sono di un paese ad una ventina di chilometri da dove è nata e abita lei, non l’ho mai sentita questa espressione. Sto parlando della cosidetta “Aquila di Ligonchio”, Iva Zanicchi, eletta nelle liste di quella che un tempo si chiamava Forza Italia.

Ma, purtroppo, non è questa la peggiore novità. Infatti, dopo Luca Romagnoli, approderà a Strasburgo un altro (e, se possibile, peggiore) esponente della destra antagonista: sto parlando di Roberto Fiore, leader di Forza Nuova.

Roberto Fiore, che è stato uno dei fondatori di Terza Posizione, ha vissuto per vent’anni in latitanza in Inghilterra: era stato infatti condannato dalla magistratura italiana per associazione sovversiva e banda armata. Arrestato e trattenuto in un carcere inglese per alcune settimane dalle autorità inglesi, furono in seguito rilasciati in quanto la natura dei reati venne considerata dalle autorità britanniche esclusivamente ideologica. Presto prenderà quindi il seggio europeo di Alessandra Mussolini, eletta per il PdL nella circoscrizione Campania 1.

Come riporta il Corriere della Sera: “[…] Nel programma di Fiore che non ha mai abbandonato nè la nostalgia fascista nè le tesi negazioniste, oltre alla revisione completa della legge sull’aborto, alla rottura dei rapporti diplomatici con la Libia e alle nazionalizzazioni a piene mani di diversi settori dell’economia, e l’espulsione immediata delle prostitute, ci sono due misure che riguardano direttamente l’Europa: la chiusura del mercato del lavoro per cinque anni e la sospensione degli accordi di Schenghen per bloccare l’immigrazione anche da Paesi dell’Est divenuti comunitari.”

Prevedo un futuro molto grigio per l’immagine dell’Italia in Europa.

Annunci

Azioni

Information

One response

24 04 2008
AntonioBruno

è bello sapere che le migliori menti del nostro paese sono altrove e le peggiori…lo invadono! non ci sono parole a tanta indignazione o forse una ce l’avrei…help!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: