Buccinasco: giudicate voi

28 05 2008

E’ risaputo che quello che fa il centrodestra nella maggior parte dei casi non può andar bene alla sinistra, almeno a certa sinistra, quella che vuole essere tale e non vuole accordi sospetti (ormai conosciuti come “inciuci”), questo è determinato da una diversa formazione politica e dai differenti obbiettivi sociali che si vogliono realizzare.

Pensiamo però che al di là delle diversità politiche si possano anche creare dei sentimenti di stima personali fra politici del centro destra e della sinistra. Fatto che si verifica anche a Buccinasco rispetto ad  alcuni amministratori dell’attuale maggioranza. Siamo convinti  che “l’etica politica” sia un valore attribuibile alla persona indipendentemente dalla sua collocazione politica (esclusi chiunque professi idee xenofobe e fasciste) e a questa convinzione generale vogliamo essere sempre fedeli.

Dobbiamo dire però, che alcuni incredibili ed insensati atti amministrativi del nostro comune mettono a dura prova le nostre convinzioni, la nostra professione di fiducia verso la buona fede e il conseguente rispetto per l’avversario politico sono messi a dura prova da chi oggi governa Buccinasco.
Nel nostro comune stanno accadendo fatti che trascendono da qualsiasi concetto di etica politica e di buon senso amministrativo. Vengono prese decisioni totalmente incoerenti rispetto a dichiarazioni fatte anche in un  recente passato.

Non vogliamo qui ritornare sulla assurda decisione di svendere un’area comunale come quella di Robarello solo per favorire gli “appetiti immobiliari” di un costruttore, ma vogliamo sottoporre all’attenzione dei cittadini di Buccinasco una ennesima scelta di questa amministrazione che, secondo noi, ha dell’assurdo.

Tempo fa, quando l’attuale maggioranza era all’opposizione, veniva contestata alla amministrazione di centrosinistra (di cui facevamo parte) la decisione di affidare i locali di Via Bramante ad una Associazione territoriale (i locali sono stati assegnati dall’attuale Amministrazione ad una Associazione di Roma sconosciuta sul territorio) e soprattutto veniva contestato il fatto che la precedente amministrazione contribuiva al progetto sociale con una quota di 30.000 € .

Bene, guardiamo adesso che cosa accade invece per l’assegnazione di un altro sito requisito alla mafia, i locali di via Odessa: i locali in questione sono stati attribuiti, senza bando pubblico, all’associazione Dimora per realizzare un Asilo Nido Privato, annullando fra l’altro un progetto già operativo e finanziato che prevedeva una comunità di accoglienza per minori (vedi progetto negli allegati).

Pur non condividendo nel merito questa scelta, in quanto riteniamo che il precedente progetto era più opportuno rispetto ai problemi di Buccinasco e della zona, lo rispettiamo perché potrebbe anche derivare da una visione differente delle priorità.

Quello che però non possiamo accettare e che supera ogni logica di buona e consapevole gestione amministrativa e quanto emerge dalla delibera di Giunta N° 173 del 08/05/2008 (vedi allegato). Pensiamo che a lettura di questa delibera possa permettere ad ognuno di formulare un libero e soggettivo giudizio.
Il nostro, che deriva da quanto leggiamo in questa delibera, è che : oltre a confermare l’assegnazione all’Associazione Dimora attraverso un percorso del tutto discutibile, l’amministrazione stipula una convenzione con la quale cede i locali per trent’anni a patto che l’associazione si impegni ad eseguire, attraverso un suo investimento, i lavori di ristrutturazione  del locale per un totale di 400.000.
Questo aspetto potrebbe essere valutato quasi normale, se non fosse che l’Amministrazione di Buccinasco, nella stessa delibera, afferma che si fa garante del mutuo che l’Associazione Dimora contrae con la banca e che nel caso la stessa Associazione non riesca a pagare il mutuo, esso sarà coperto dal Comune con i soldi dei cittadini.

Ci chiediamo: è mai possibile che l’Amministrazione Comunale con soldi pubblici (quelli di tutti noi), si faccia carico dei rischi imprenditoriali di un privato?
Ci domandiamo: non è che per caso si sta consolidando una politica clientelare verso i propri amici?

Per ritornare a quanto si diceva all’inizio, pensiamo che queste operazioni siano quelle che danno il senso di quando l’etica della politica cessi di essere tale, siano quelle che contribuiscono a fare morire nella gente qualsiasi stima verso i politici che decidono di favorire e permettere queste operazioni così poco trasparenti, fatte con i soldi di tutti per il vantaggio di pochi.

Vogliamo però lasciare ai cittadini, e sopratutti a chi ha votato questa amministrazione, il giudizio su quale sia il significato di questa operazione e chi ne tragga vantaggio.
Per noi questo giudizio è anche troppo scontato.  

Allegati:

Annunci

Azioni

Information

2 responses

2 06 2008
pruiti

Come oramai sanno anche i sassi a Buccinasco… l’ex pizzeria di via Bramante, immobile confiscato alla criminalità organizzata, è stato assegnato dalla GIUNTA all’Associazione romana ANTA. La stessa Associazione, dopo essersi presa l’immobile comunale a costo ZERO e con nessun investimento economico, ha eletto la propria sede lì, cioè dentro la pizzeria. “Naturalmente” adesso deve cominciare la sua attività sul territorio di Buccinasco e cosa fa? Semplice! Chiede subito il patrocinio all’Amministrazione comunale che immediatamente lo concede con la delibera nr. 192 del 27/05/2008. Il patrocinio consiste in:

– utilizzo gratuito di un’area fra le scuole Tiziano e Mascherpa, nel Parco Spina Azzurra, il giorno 8 giugno pomeriggio per la caccia al tesoro,

– disponibilità di 2 tavoli con gazebo e alcune sedie, nonché della pedana e dell’impianto voci,

– stampa ed affissione dei manifesti sul territorio comunale e nella diffusione attraverso i consueti canali informativi del Comune,

– contributo di € 3.500, a parziale copertura delle spese e per il lavoro progettuale e organizzativo,

– di autorizzare l’occupazione gratuita temporanea di suolo pubblico, secondo le modalità previste dal vigente regolamento comunale TOSAP, estendendola anche ai 15 espositori con licenza,

– di autorizzare la stampa e l’affissione dei manifesti informativi, dando atto che la spesa per gli stampati rientra nell’impegno complessivo dell’appalto vigente, assunto con Determinazione Dirigenziale n. 1112 del 16/12/2005, mentre l’affissione dei manifesti sul territorio è gratuita;

Non c’è problema, paga tutto “pantalone”, cioè il Comune, cioè noi Cittadini.

E quando poteva mai fare la prima iniziativa? Ma dai è facilissimo! Proprio l’8 di giugno quando c’è la “biciclettata per la legalità” NON PATROCINATA dal Comune perchè considerata un evento politico!

Non so cosa ne pensate voi, cosa faranno le Associazioni giovanili di Buccinasco o cosa pensano di fare gli altri gruppi dell’opposizione politica, per quanto mi riguarda, come si diceva una volta (quando i tempi erano più chiari e la politica più pulita): sarà lotta dura senza paura!

18 06 2008
Asilo privato… a tutti i costi! « Rifondazione Comunista Buccinasco

[…] finale del precedente volantino intitolato “Giudicate voi” riguardo la Delibera di Giunta N° 173 del […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: