Buccinasco: commissariato circolo Alleanza Nazionale

31 07 2008

Avevemo già anticipato, con il nostro articolo “Atunno caldo“, una situazione difficile per la Giunta Cereda , ecco che ci vine confermata in anticipo dal Presidente Provinciale di Alleanza Nazionale.

“CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE – COMUNICATO STAMPA
A seguito delle vicende che hanno generato confusione all´interno della Giunta di Buccinasco e che, conseguentemente, hanno portato al deterioramento dei rapporti tra alcuni Assessori e tra Assessori e Sindaco, rischiando di determinare lo “stallo” dell´attività del Comune, Alleanza Nazionale manifesta tutta la sua preoccupazione circa il futuro della Giunta stessa e della sua stabilità. A tutto ciò si aggiunge una non “chiarezza” dei rapporti tra Consiglieri Comunali ed alcuni Assessori (non esclusa la delegazione di Alleanza Nazionale) che si è concretizzata anche con un voto che ha, di fatto, messo in minoranza il Sindaco Cereda su una importante delibera non approvata dal Consiglio Comunale. “Ritengo doveroso, da parte di Alleanza Nazionale”- precisa il Presidente Provinciale Romano La Russa– “constatato che non ci sono più i presupposti in questo momento per continuare una collaborazione trasparente e proficua con l´attuale maggioranza, sospendere la partecipazione dei nostri Assessori da ogni attività di governo della città“. Pertanto, finchè non vi sarà un ritorno alla normalità e ad un sereno rapporto tra tutte le componenti politiche che hanno sostenuto l´elezione del Sindaco Cereda, la delegazione in Giunta non parteciperà ad alcuna riunione e non avvallerà alcuna decisione dell´Amministrazione. Inoltre, Il Presidente Provinciale ha chiesto ai due rappresentanti in Giunta del Partito di rimettere nelle sue mani le dimissioni per farne l´uso più opportuno, ricevendo, da subito, positiva risposta da parte di entrambi . Leggi il seguito di questo post »

Annunci




L’Autunno sarà caldo?

29 07 2008

Usiamo questo titolo, rubato alla storia del movimento operaio e la cui interpretazione è chiara tutti, per cercare di porci alcune domande su cosa accadrà dopo il periodo estivo.
Possiamo pensare che qualcuno si possa immaginare un autunno caldo dal punto di vista meteorologico, visto le continue variazioni climatiche, noi invece vogliamo riflettere su alcuni eventi che ci coinvolgeranno nella nostra vita quotidiana.

La nostra prima riflessione è rispetto agli sviluppi della manovra economica del governo, e qui cominciano i dolori, se pensiamo ai tagli che saranno operati alla spesa pubblica e in particolar modo al settore della sanità. Sono poi previsti tagli per il pubblico impiego, per le pensioni sociali, per il mondo della scuola, sui diritti dei precari, senza contare poi i tagli già fatti in merito alla prevenzione sulla sicurezza nei posti di lavoro. Su questi argomenti i lavoratori e alcune categorie sociali hanno già manifestato il proprio dissenso con proclamazione anche di scioperi spontanei. Un altro aspetto và poi tenuto presente e cioè quello delle mancate entrate ai comuni derivanti all’eliminazione dell’ICI. Le entrate dell’ICI servivano a finanziare i sevizi erogati dal comune compresi gli aiuti economici alle persone svantaggiate, quindi se il governo non manterrà la promessa di compensare le minori entrate attraverso i trasferimenti promessi, i comuni saranno costretti a ridurre drasticamente i servizi o come molto probabile ad aumentare, come già si sta verificando, le tasse locali. Altro aspetto tragico che rischia di minare l’assetto sociale e civile del nostra paese, su cui tutti dovremmo esprimere con forza la nostra indignazione, è la proposta razzista della schedatura (mascherata da censimento) di alcuni gruppi etnici che comporta anche la misura odiosa e “fascista” della presa delle impronte digitali ai bambini, violando in questo modo tutte le convenzioni internazionali sui loro diritti.
Insomma pensiamo che quello che ci viene prospettato sia sufficiente affinché si tenga alta la mobilitazione popolare almeno per riuscire a difendere i propri diritti. Leggi il seguito di questo post »





Sicurezza sul lavoro: campagna della Fondazione Pubblicità Progresso

28 07 2008

Leggi il seguito di questo post »





Buccinasco: commenti sulla bocciatura PII Romagna/Mantegna

25 07 2008

Riportiamo di seguito alcuni commenti sulla votazione avvenuta in Consiglio riguardo il Piano Integrato di Intervento denominato Romagna/Mantegna.

——————————————

Ciao a tutti,
ieri sera nel consiglio comunale è stato BOCCIATO il PII Romagna / Mantegna.
Hanno votato contro gli 8 consiglieri di opposizione e 3 consiglIeri di maggioranza (Cardilli ; Rapetti ; Basile), era assente il consigliere Maggi.
Risultato finale della votazione :
– 9 a favore
– 11 contro
Penso che sia un ottimo risultato e una bella soddisfazione.
Questo non vuol dire che questa maggioranza cadrà ma sicuramente qualche problema glielo pone.
Penso che sia un bel risultato anche perchè ottenuto non solo attraverso un voto consiliare ma specialmente grazie ad una mobilitazione di cittadini che hanno pesato fortemente sulle scelta fatte ieri sera dai consiglieri di maggioranza “dissidenti”.
Ringrazio in particolar modo le Compagne e i Compagni del mio Partito ,Rifondazione Comunista , che si sono adoperati per la buona riuscita della campagna referendaria .
Buone ferie a tutti e ci vediamo a Settembre anche per decidere di come capitalizzare questo bel risultato.

Carlo Benedetti
Capogruppo Gruppo Consiliare Rifondazione Comunista

—————————————— Leggi il seguito di questo post »





Buccinasco: Bocciato il PII Romagna/Mantegna

24 07 2008

UN GRANDE RISULTATO DEMOCRATICO
I CITTADINI HANNO AVUTO RAGIONE
Il Consiglio Comunale, convocato d’urgenza Martedì 22 luglio, ha bocciato il Programma Integrato Di Intervento denominato Mantegna /Romagna.
Contro il progetto si sono espressi, oltre all’Assessore Guido Lanati, gli 8 consiglieri della minoranza e 3 della maggioranza a favore gli altri 9 consiglieri della maggioranza presenti.

Il progetto, come è ormai noto a tutti, prevedeva lo scambio di un’area comunale, in Via Mantegna zona Robarello, con una area a ridosso della tangenziale (in fondo a via Salieri)
Nella area verde di Robarello si sarebbe realizzata una edificazione privata mentre nella area di via Salieri si sarebbe realizzato l’ampliamento del cimitero.
Si è conclusa, almeno per ora, una vicenda iniziata il 23 aprile, data in cui era stato adottato il Programma Integrato. Si è conclusa in un clima civile e di confronto politico sereno garantito sia dai consiglieri comunali che dal Sindaco nel suo discorso conclusivo, sia da parte del numerosissimo pubblico presente in sala che ha salutato l’esito finale della votazione con lungo applauso.
L’opposizione al Piano Integrato Romagna/Mantegna si era manifestato da subito attraverso la organizzazione spontanea dei cittadini che si erano costituiti in due comitati di quartiere: Via Salieri /Romagna e Robarello.
I comitati, senza farsi coinvolgere in sterili e inutili polemiche, avevano deciso da subito di cominciare a lavorare e a promuovere azioni e iniziative che, pur rimanendo sempre nell’ambito istituzionale e politico, riuscissero a far prendere coscienza ai cittadini/e di Buccinasco del vero merito del progetto presentato: uno scempio urbanistico, unito ad un danno economico, che veniva calato sulla realtà cittadina a danno di tutti gi abitanti del nostro comune. Leggi il seguito di questo post »





Rifondazione Comunista continua a difendere Gudo Gambaredo

23 07 2008

LA COMMISSIONE DEL PARCO SUD VIENE MENO AL SUO RUOLO DI SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO.
RIFONDAZIONE COMUNISTA RICONFERMA IL NO !

Proprio da chi ci si aspettava una maggiore sensibilità verso un luogo di straordinaria bellezza come Gudo Gambaredo, è arrivato invece un parere che da via libera allo stravolgimento urbanistico di questo Borgo.
Cosa è accaduto: la commissione del Parco Sud, che doveva valutare il Piano Integrato d’Intervento di Guido Gambaredo, che è diverso, e peggiorativo, dal piano di recupero presentato dalla precedente Amministrazione, ha espresso parere favorevole al piano con 4 voti a favore e 4 contrari. Il piano è quindi stato approvato dalla commissione soltanto perché il voto del presidente della commissione, Bruna Brenbilla ex Sindaco D.S.di Cesano Boscone, vale doppio.
La stessa situazione si è ripetuta, con poche varianti, anche durante il Consiglio Comunale di Giovedì 17 luglio a Buccinasco, quando, con il solo voto contrario dei due consiglieri di Rifondazione Comunista, è stato approvato definitivamente il progetto di urbanizzazione di Gudo Gambaredo
“Grazie a questa decisione sarà permesso, a nostro parere, uno scempio ambientale. Leggi il seguito di questo post »





Buccinasco: Consiglio Comunale Martedì 22 Luglio

21 07 2008

Continua la telenovela su Robarello…

“Martedì 22 luglio alle ore 20.30, con eventuale prosecuzione mercoledì 23 luglio sempre alle ore 20.30, è stata convocata con urgenza la seduta del Consiglio Comunale.

L’ordine del giorno è il seguente:

1. Programma Integrato di Intervento “Romagna/Mantegna” – Controdeduzioni e approvazione definitiva;

LA CITTADINANZA È INVITATA AD ASSISTERE ALLA SEDUTA”