2 Ottobre 2008: No Gelmini Day

30 09 2008

Difendiamo la scuola pubblica dal decreto 137.
Tagliare sulla Scuola di tutti corrode la coesione sociale del nostro Paese, impoverisce la sua cultura ed il futuro dei nostri figli.

Cari Cittadini, in concomitanza con l’apertura del dibattito in Parlamento sul “decreto Gelmini”, proponiamo a tutte le scuole d’Italia una giornata comune di protesta – mobilitazione – festa.

Cosa si può fare? Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Buccinasco: Consiglio Comunale Martedì 30 Settembre

29 09 2008

Martedì 30 settembre alle ore 18.00 si terrà la convocazione del Consiglio Comunale, con eventuale prosecuzione mercoledì 1 ottobre.

L’ordine del giorno è il seguente:
1) Progetto sovracomunale “I navigli di Leonardo – Trasporti e comunicazioni pulite” – Convenzione con ERSAF e revoca punto 4) deliberazione di C.C. n. 89/2007;
2) Regolamento per la determinazione e per l’applicazione delle sanzioni amministrative per violazione dei regolamenti comunali e di ordinanze del Sindaco e dei dirigenti / funzionari – Modifiche;
3) Concessione del servizio di accertamento e riscossione dell’imposta comunale sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni e del servizio di riscossione coattiva delle entrate tributarie, extratributarie e patrimoniali – Proroga – Provvedimenti;
4) Variazione di bilancio;
5) Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e verifica degli equilibri di bilancio – Anno 2008;
6) Interrogazioni, interpellanze, mozioni e o.d.g. presentati dai Consiglieri Comunali.





Calamandrei, 1950: una profezia agghiacciante sulla scuola pubblica

28 09 2008

“Quando la scuola pubblica è cosa forte e sicura, allora, ma allora soltanto, la scuola privata non è pericolosa. Allora, ma allora soltanto, la scuola privata può essere un bene. Può essere un bene che forze private, iniziative pedagogiche di classi, di gruppi religiosi, di gruppi politici, di filosofie, di correnti culturali, cooperino con lo Stato ad allargare, a stimolare, e a rinnovare con varietà di tentativi la cultura. Al diritto della famiglia, che è consacrato in un altro articolo della Costituzione, nell’articolo 30, di istruire e di educare i figli, corrisponde questa opportunità che deve essere data alle famiglie di far frequentare ai loro figlioli scuole di loro gradimento e quindi di permettere la istituzione di scuole che meglio corrispondano con certe garanzie che ora vedremo alle preferenze politiche, religiose, culturali di quella famiglia. Ma rendiamoci ben conto che mentre la scuola pubblica è espressione di unità, di coesione, di uguaglianza civica, la scuola privata è espressione di varietà, che può voler dire eterogeneità di correnti decentratrici, che lo Stato deve impedire che divengano correnti disgregatrici. La scuola privata, in altre parole, non è creata per questo.La scuola della Repubblica, la scuola dello Stato, non è la scuola di una filosofia, di una religione, di un partito, di una setta. Quindi, perché le scuole private sorgendo possano essere un bene e non un pericolo, occorre:
– che lo Stato le sorvegli e le controlli e che sia neutrale, imparziale tra esse. Che non favorisca un gruppo di scuole private a danno di altre.
– che le scuole private corrispondano a certi requisiti minimi di serietà di organizzazione. Leggi il seguito di questo post »





Intervista a Dario Ballardini

27 09 2008

Dario Ballardini Nato a Milano il 04/12/1983
Rifondazione Comunista
Assessore all’ecologia e della Promozione Politiche Giovanili  – Comune di Corsico

Assessore Ballardini, durante il tuo mandato hai istituito due significativi eventi che rigurdano i giovani , Corsico Energy (http://www.myspace.com/evaepaco) e Indyvision (www.indyvision.it);  due momenti che hanno coinvolto positivamente i giovanni di corsico ; due eventi che si possono definire unici nella zona ci vuoi spiegare la tua esperienza e valutazione in merito?

“A onor del vero Corsico Energy non l’ho istituito io, ma l’ho fatto “risorgere” dalle ceneri delle edizioni passate (che però si erano fermate da alcuni anni); ho quindi ritenuto prioritario riprendere questa iniziativa già dal 2005, perchè ritengo fondamentale dare ai giovani musicisti di Corsico la possibilità di esprimersi “a casa loro” avendo al contempo la possibilità di suonare su un palco e con un impianto professionale, oltre che per i vincitori di aprire i concerti di band a livello nazionale, come quest’anno i Linea 77 e i Marlene Kuntz. Inoltre queste serate (che quest’anno sono diventate 4) sono un momento di aggregazione importante, che non solo a Corsico ma nel sud ovest sono necessarie per i giovani ma non solo. La novità di quest’anno poi è che Corsico Energy è stata organizzata dai ragazzi stessi (e da alcuni anche presenziata) con il supporto del progetto Eva e Paco, nato da un anno con l’obbiettivo di coinvolgere i ragazzi corsichesi (Eva e Paco sta per Eventi Autorganizzati e PArtecipazione a Corsico, e ha un blog http://corsico.mesaverde.it/ con diversi video, tra cui quello di Corsico Energy). Leggi il seguito di questo post »





11 Ottobre, P.zza Repubblica: Manifestazione Nazionale

24 09 2008

Attenzione: questo è un post in evidenza. I post quotidiani sono visualizzati più sotto.






Gaggiano: nuovo scempio

22 09 2008

Pubblichiamo il comunicato del comitato “NO SETTE PIANI”.

GAGGIANO NON VUOLE E NON MERITA PALAZZI DI SETTE PIANI !
Entriamo nel merito delle scelte urbanistiche per far sentire le nostre ragioni.

Siamo un gruppo di cittadini gaggianesi preoccupati delle scelte urbanistiche che stanno per essere decise: a Gaggiano, da qualche tempo si costruisce molto e, toccati nel vivo, pensiamo sia giunta l’ora di far sentire anche la nostra voce.

Alcuni di noi sono nati e cresciuti a Gaggiano, altri si sono trasferiti qui, alcuni anche recentemente. Tutti hanno apprezzato il paese a “misura d’uomo” che hanno trovato e nel quale si riconoscono e vogliono continuare a riconoscersi. Leggi il seguito di questo post »





Via degli Alpini: apre o non apre?

21 09 2008

Ci riferiamo alla nuova scuola elementare di Via degli Alpini che avrebbe dovuto sostituire la vecchia scuola di Via Privata Mulino di Robarello. Anche in questo frangente si evidenzia la scarsa attenzione che questa Amministrazione dimostra rispetto ad opere avviate dalla precedente Amministrazione, come si era già visto in merito alla assegnazione delle case di Via Bologna e riguardo ai beni confiscati alla mafia.

Anche in questo caso possiamo pensare che questa opera non rientri fra quelle prioritarie per questa Amministrazione, è qualcosa che si trova a dover gestire, senza che la senta propria, magari pensando che non è necessaria, tanto è che in passato in quel luogo dove il centrosinistra ha previsto una “scuola elementare” il centrodestra aveva previsto una “multisala”.

Ma, polemiche a parte, passiamo ai fatti: l’Amministrazione che governa Buccinasco, aveva assicurato che l’apertura della nuova scuola elementare, che ospiterà (quando sarà finalmente completata) circa 150 studenti e studentesse dislocati/e in 7 classi, sarebbe avvenuta con l’inizio del nuovo anno scolastico.
Purtroppo ancora una volta la promessa non è stata mantenuta. Si è assistito da prima ad un rinvio della apertura al 23 settembre e successivamente all’annuncio, che speriamo sia definitivo, che l’apertura è stata rimandata all’inizio del prossimo anno (gennaio 2009).

I motivi del ritardo, a dire del Sindaco e della Maggioranza, sono stati determinati da atti di vandalismo (????) che l’impresa costruttrice ha subito, pare che siano stati rubati “alcuni pacchi di piastrelle” (ci interroghiamo preoccupati sulla entità del furto, tale da determinare un ritardo della apertura di 4 mesi!!!).
Le motivazioni non hanno, e come avrebbero potuto, convinto nessuno. Leggi il seguito di questo post »