La pessima gestione dell’immobile di Via Bramante

28 01 2009

di Carlo Benedetti

E’ passato ormai un anno e mezzo da quando, con delibera 239 del 2 agosto del 2007, l’attuale maggioranza, revocava le precedenti delibere inerenti la destinazione a scopo sociale dei locali di Via Bramante 14.
Con successiva delibera N° 152 del 15/04/2008, l’attuale maggioranza assegnava definitivamente all’Associazione ANTA la gestione dei locali per la realizzazione di un Polo ambientale polifunzionale.

Quando l’attuale maggioranza era all’opposizione, contestò alla amministrazione di centrosinistra (di cui facevamo parte) la decisione di affidare i locali di Via Bramante ad una Associazione territoriale e soprattutto contestò il fatto che la precedente amministrazione contribuiva al progetto sociale con una quota di 30.000 € .

Il fatto “concreto e sotto gli occhi di tutti” è che dopo un anno e mezzo dalla sciagurata decisione di revoca delle delibere i locali sono ancora chiusi.

Rispetto a questo abbiamo richiesto a questa amministrazione, in data 23 settembre, di sapere quale era la situazione e quando il luogo sarebbe stato usufruibile dalla cittadinanza. Leggi il seguito di questo post »

Annunci




“Di buona… Costituzione!”

27 01 2009

IL COORDINAMENTO SCUOLA PUBBLICA DI BUCCINASCO,
CON IL PATROCINIO DEL  COMUNE DI BUCCINASCO

propone uno spettacolo teatrale :

“Di buona…Costituzione!”
lettura teatrale dallo Statuto Albertino fino alla Costituzione Italiana,
a cura dell’Associazione Culturale Comteatro

destinato particolarmente ai ragazzi

con: Umberto Banti, Luca Chieregato, Michele Clementelli
regia a cura del Comteatro

Venerdì 30 gennaio 2009 ore 21.00
Auditorium Fagnana – via Tiziano 7

Lo spettacolo interpreta alcuni articoli della Costituzione Italiana in un contesto attuale e divertente, con un linguaggio semplice ricco di riferimenti e metafore divertenti, che riescono a catturare l’attenzione dei ragazzi, cui è principalmente destinato.

Coordinamento Scuola Pubblica di Buccinasco
coordscuolabucci@libero.it
http://www.coordscuolabucci.blogspot.com/





Ripartire dal Conchetta

27 01 2009

SINISTRA: RIPARTIRE DAL CONCHETTA

Lo sgombero del Conchetta è l’ultimo segnale dell’insensibilità sociale e culturale di chi governa Milano. È l’ultimo atto dell’ottusa catena di scelte che stanno rendendo irriconoscibile il volto della nostra città.

A colpi di sgomberi e atti di forza, si stanno distruggendo tutti i luoghi della cultura, della memoria e della socialità, senza proporre qualcosa di nuovo, ma lasciando sul terreno soltanto macerie.

Si sta procedendo sulla strada dell’omologazione, con il chiaro obiettivo di costruire una città in cui siano assenti le diversità, il dialogo e le culture. Una città in cui gli unici divieti che mancano sono quelli contro i poteri forti e la loro onnivora spinta a divorare fino all’ultimo centimetro di territorio.  Leggi il seguito di questo post »





Rifondazione sull’accordo separato

25 01 2009

accordosepar2





Amministrative Cesano Boscone: intervista al Consigliere Comunale del PRC Luca Leonardi

23 01 2009

D. Il PRC nel 2004 faceva parte della maggioranza del sindaco D’Avanzo, prese il 7% dei voti e ottenne un consigliere ed un assessore. Oggi si trova all’opposizione ed ha un nuovo consigliere dopo le dimissioni del precedente. Come spiega questa evoluzione del suo partito?
R. I motivi che ci hanno spinto a lasciare la maggioranza di governo del nostro comune, nella primavera del 2007, sono stati numerosi. In primo luogo, profonde divergenze su alcune scelte amministrative – principalmente sull’ipotesi di realizzare un nuovo palazzo municipale e di istituire una fondazione per la gestione dei servizi culturali – su cui, invece, il Sindaco e il resto della maggioranza, pur non fornendo mai motivazioni fondate e convincenti, hanno ostinatamente perseverato, rifiutando nei fatti qualsiasi forma di serio confronto.
Abbiamo inoltre dovuto prendere amaramente atto di una prassi amministrativa nella quale è stato quasi nullo il coinvolgimento delle forze politiche e dei consiglieri comunali, questi ultimi impossibilitati ad esercitare un ruolo realmente propositivo a causa di una insufficiente circolazione delle informazioni (dovuta anche al ruolo autoreferenziale assunto da alcuni assessori, che si sono sempre caparbiamente sottratti a qualsiasi forma di confronto). In più occasioni, si è manifestata una totale indisponibilità persino a discutere alcune nostre proposte.
La scelta di uscire dalla maggioranza è stata sofferta, ed ha posto fine ad una collaborazione di governo che a Cesano Boscone durava ininterrottamente da circa 12 anni; tuttavia è indice della concezione che Rifondazione Comunista ha sempre avuto delle istituzioni, quella cioè di considerarle soltanto un mezzo per operare dei cambiamenti e non un fine in se stesse: quando è stato chiaro di non poter incidere in alcun modo sulle decisioni amministrative, abbiamo fatto la scelta, scomodissima, di continuare a perseguire i nostri obiettivi politici dall’opposizione. Leggi il seguito di questo post »





ANPI Buccinasco: “… e la terra sarà pura”

21 01 2009

anpimemoria





Più treni meno TAV

20 01 2009

ferrov