La persecuzione cinese del Falun Dafa

9 01 2009

Riceviamo e pubblichiamo la seguente comunicazione riguardante la repressione cinese del Falun Dafa, un movimento spirituale nato nel 1992. Il regime cinese non è nuovo a questo tipo di repressione culturale, e non possiamo che agurarci che la lenta, troppo lenta, avanzata democratica interna al Partito Comunista Cinese riesca ad evitare tali persecuzioni. Ringrazio Leonardo per l’intervento.

CHE COS’ E’ LA FALUN DAFA?

La Falun Dafa, detta anche Falun Gong, è un’antica pratica di mente e corpo e sprito profondamente radicata nella cultura tradizionale cinese.
I principi guida della pratica sono i principi universali: verità, compassione, tolleranza, e i praticanti aspirano a vivere secondo questi principi nella vita di tutti i giorni, coltivando il proprio vero sè e migliorando continuamente il proprio carattere morale.
Da quanto è staa resa pubblica in Cina, nel maggio 1992, dal Signor Li Hongzhi, la Falun Dafa si è rapidamente  diffusa nel mondo con il passaparola.
La pratica della Falun Dafa ha portato la salute mantae e fisica, il miglioramento della morale e la crescita spirituale a più di cento milioni di persone, di ogni età, provenienza sociale e culturlae in più di 60 paesi nel mondo.
Il libro guida della Falun Dafa Zhuan Falun è stato tradotto in più di 30 lingue.
La Falun Dafa è stata molto apprezzata ed ha ricevuto più di 1000 riconoscimenti e onoreficenze in ogni parte del mondo inclusa la Cina prima dell’inizio della persecuzione nel 1999.
Il Falun Gong non è una setta ed è completamente apolitico.

LA PERSECUZIONE IN CINA

L’ex leader cinese Jiang Zemin ha langiato la persecuzione nel luglio 1999, ha emesso l’ordine di “sradicare Falun Gong entro tre mesi” e di “diffamare la loro reputazione, rovinarli economicamente e distruggerli fisicamente”. Poco prima dell’inizio ufficiale della persecuzione, il 10 giugno 1999, è stato creato l'”ufficio 6-10″, un corpo speciale di polizia che può operare senza vincoli costituzionali, al di sopra di ogni altro organo di stato. Da allora il regime comunista cinese ha tentato di sradicare il Falun Gong con i mezzi più crudeli: lavaggio del cervello, alimentazione forzata, torture, abusi psichiatrici e sessuali, aborti forzati ed uccisioni. Centinaia di migliaia di innocenti praticanti del Falun Gong sono rinchiusi in campi di lavoro forzato e prigioni.
Il centro d’informazione della Falun Dafa ha verificato le circostanza di oltre 3000 morti e di più di 44000 casi di tortura, ma il loro numero potrebbe essere molto superiore. Ciò che si consoce e che ha potuto superare il blocco dell’informazione in Cina è solo la punta dell’iceberg.
Nel marzo 2006 testimoni hanno rivelato che a partire dal 2001 fino ad oggi, il regime comunista cinese ha usato i praticanti del Falun Gong come fonte per il lucroso mercato dei trapianti..
I loro organi sono estratti mentre sono ancora vivi per venderli e i loro corpi sono successivamente cremati. Le indagini rivelano che questa pratica sia molto diffusa nei campi di concentramento in tutta la Cina. Non si conosce il numero esatto delle vittime di questo genocidio, che tutt’ora continua.
Il 4 aprile 2006 è stata annunciata la costituzione del “comitato per indagare sulla persecuzione del Falun Gong” (CIPFG).
Si chiede urgentemente alle autorità del regime comunista cinese di aprire tutti i campi di concentramento per consentire un’indagine indipendente e rigorosa.

PERCHE’ LA PERSECUZIONE

Nel luglio del 1999 l’ex leader comunista Jiang Zemin ha lanciato la persecuzione, perchè?
Jiang era insicuro del suo potere e geloso della popolarità del Falun Gong: alla fine degli anni ’90 da 70 a 100 milioni di persone praticavano il falun Gong in Cina, molti di più dei membri del partito comunista cinese.
I principi del Falun Gong: Verità, Compassione, Tolleranza, sono in diretta opposizione con la natura del PCC, la quale sfida ogni volare tradizione e non permette alcuna libertà di credo. Il vertice del PCC teme di perdere il controllo sulla mente delle persone.

I PERSECUTORI DAVANTI ALLA GIUSTIZIA

A partire dal 2001 jiang Zemin, Luo Gan, Liu Jing, Zhou Yongkang e altri sono stati denunciati per genocidio torture e crimini contro l’umanità in 15 paesi.

SITI DI RIFERIMENTO:

http://it.clearharmony.net
http://www.falundafa.it
http://www.faluninfo.net (in inglese)

Leonardo Fiaschetti”

Annunci

Azioni

Information

2 responses

7 10 2010
Jean Lafitte

che vergogna. e voi vi definite comunisti? che fonti avete preso. solo quelle del Falun Gong, una setta guidata da un miliardario (che è diventato ricco grazie alla credulità della gente) che predica “tolleranza” ma anche razzismo e omofobia e soprattutto pratica la violenza, anche e soprattutto contro bambini innocenti.

ma con quale coraggio vi definite comunisti?

VERGOGNA

1 07 2012
g.

mi scusi, ma come non risponderle, anche se a distanza di anni dal suo post. In questi anni, appunto, è diventata sempre più evidente la situazione inumana della repressione in Cina, può liberamente cercare altre fonti che confermeranno le informazioni dell’articolo sopra, come i Report ufficiali annuali di Amnesty International, di Human Rights Watch, delle Nazioni Unite… solo per citarne alcuni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: