Roma, 4 Aprile 2009: c’eravamo!

7 04 2009

rifo4apriledi Giorgio Crepaldi

Alcune Compagne e Compagni del Circolo di Rifondazione Comunista della zona sud Ovest hanno partecipato alla manifestazione del 4 Aprile a Roma indetta dalla CGIL. Siamo partiti da Corsico alle 23 ,20 di venerdì 3 aprile e siamo arrivati a Roma alle 6,10 di sabato. Da ponte Mammolo, il luogo dove hanno parcheggiato un numero imponente di pullman, ci siamo diretti poi alla stazione Tiburtina, uno dei 5 luoghi dove partivano i corrispondenti cortei. Già dalle 7,30 si metteva in cammino il corteo, in cui partecipavamo, un serpentone imponente, di uomini, donne, pensionati e giovani. Fin dall’inizio l’impressione appariva straordinaria, sia dal punto di vista numerico, sia dal punto di vista della partecipazione attiva attraverso la presenza di tantissime bandiere, striscioni, cartelli e tanta musica. Siamo arrivati al Circo Massimo che erano circa le 11 e li la visione era davvero indescrivibile ed emozionante, c’era tanta, tanta e tanta gente. Ora di fronte a ciò che personalmente ho visto, non mi serve sapere esattamente quanti eravamo, so soltanto che ho visto un Circo Massimo gremito di persone, ho visto inoltre tutte le strade di accesso al circo massimo stracolme di persone ho visto in ogni posto possibile in cui si poteva stazionare fino ad arrivare al Colosseo pieno di persone.

Insomma il 4 Aprile c’era il popolo della sinistra che ribadiva un sentimento di milioni di persone contro le politiche del governo e per dire no all’accordo separato. Un popolo che non si vuole arrendere nonostante i tentativi di far fallire questa manifestazione, incominciando proprio dal Partito Democratico che fino all’ultimo non si capiva cosa volesse fare. La risposta è stata grandiosa, è stata una risposta a chi pensava che dopo la sconfitta elettorale ci fosse solo rassegnazione e piegare la testa, invece no, centinaia e centinai di migliaia di lavoratori, lavoratrici, pensionati e giovani studenti hanno ritrovato il senso comune di appartenenza di classe e di riscatto alle politiche liberiste del governo Berlusconi e anche a quelle politiche di intese sindacali che tendono a limitare i diritti dei lavoratori. Con questa manifestazione è stata anche rinnovata la fiducia alla CGIL, una fiducia che si era già manifestata attraverso la consultazione sull’accordo separato dove 3,5 milioni di Lavoratori, pensionati e giovani aveva detto NO, ora il maggiore Sindacato Italiano non deve deludere queste aspettative e continuare nella strada per rivendicare il diritto al lavoro attraverso una occupazione stabile e non precaria e al diritto di percepire un salario dignitoso. Ma anche le forze politiche di Sinistra devono saper dare delle risposte adeguate attraverso programmi che siano di netta contrapposizione alle politiche del centro destra. Rifondazione Comunista dal canto suo dovrà per questo dar prova di compattezza per essere un interlocutore adeguato per favorire e sostenere le lotte che provengono dal mondo del lavoro dalla scuola e dalla società civile.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: