L’importante è andare a votare

5 06 2009

di Giorgio Crepaldi

Faccio appello a tutte le elettrici ed elettori del Collegio 42 Rozzano, Assago ed in particolare ai cittadini e alle cittadine del mio Comune: Buccinasco affinché vadano a votare. Non votare è una protesta che dura solo un giorno, scegliere invece le persone che possono ascoltarti e condividere con te momenti di vita quotidiana è una scelta che avrà un riscontro per tutta la legislatura.

Comprendo che possiate essere delusi dalla politica che molte volte appare solo come un teatrino che mette in mostra litigiosità invece di affrontare le questioni legate ai problemi reali della gente, comprendo anche la delusione che deriva dalle tante promesse elettorali mai mantenute.

Sicuramente i motivi per stare a casa possono essere molti, ma bisogna anche pensare che questo clima di sfiducia è voluto proprio per allontanare le persone dalla partecipazione e dal controllo della cosa pubblica.
E’ in un clima di sfiducia e disinteressamento che si radicalizzano le culture più reazionarie e si possono prendere senza opposizione le decisioni amministrative che non interpretano i bisogni reali della gente. Le conseguenze di questo clima le abbiamo viste in questi ultimi mesi con: l’attacco alla scuola pubblica, il tentativo di dividere il mondo del lavoro attraverso accordi separati e la negazione di un salario dignitoso. 

Anche nella nostra provincia i problemi non mancano se pensiamo solamente alle speculazioni immobiliari ai danni della salvaguardia del Parco Agricolo Sud, oppure ai tentativi di privatizzazione dell’acqua. Se poi ci caliamo nell’intimo della famiglia tanti e gravi sono i problemi: la fatica di arrivare a fine mese; l’essere soli ad affrontare problemi come la gestione di un anziano non autosufficiente o di un disabile. Problemi che non dovremmo affrontare da soli, c’è bisogno di unità, c’è bisogno di solidarietà fra la gente per rivendicare i propri diritti e per difendere la propria dignità che viene, fra l’altro, costantemente calpestata anche dalla insicurezza del lavoro precario.
Per questo c’è bisogno di uomini e donne che sappiano interpretare le situazioni che vivono la maggior parte delle persone, e non perché sono bravi a fare promesse ma perché vivono questi problemi e sono sempre stati in prima fila nel rivendicare la dignità ed i diritti delle persone.

Questo è quello che ho fatto in questi anni come iscritto e militante di Rifondazione Comunista: essere a fianco dei comitati in difesa della scuola pubblica così come dei comitati di quartiere contro le speculazioni edilizie, organizzare le iniziative contro il caro vita e lavorare per il miglioramento del sevizio pubblico dei trasporti.
A Buccinasco molti mi conoscono e sanno che nonostante sia ormai in pensione non ho mai smesso di lottare e di oppormi alle prepotenze ed alle ingiustizie perché sono convinto che arrendersi o fermarsi vuol dire consegnare il nostro futuro a chi pensa solo ai propri interessi.

Per questo mi sento di dire che non ci dobbiamo arrendere, che dobbiamo provarci ancora, che dobbiamo riappropriarci dei nostri sogni e del nostro futuro.
Per questo ti chiedo di votarmi e di votare il Partito della Rifondazione Comunista.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: