Referendum Elettorale: cosa si vota?

9 06 2009

di Andrea Collini

A pochi giorni dal Referendum Elettorale, si sa ancora poco su cosa, come quando si vota e cosa cambierebbe. Ecco una semplice guida che spero vi aiuti a capire ciò che andremo a votare.

QUANDO SI VOTA?
Si voterà Domenica 21 Giugno (dalle 8.00 alle 22.00) e Lunedì 22 Giugno (dalle 7.00 alle 15.00).

COSA SI VOTA?
Il cittadino sarà chiamato a rispondere a tre quesiti. I quesiti 1 e 2 pongono la stessa domanda, ma applicata alla Camera dei Deputati (quesito 1, scheda verde) o al Senato (quesito 2, scheda bianca); se passa il sì il premio di maggioranza, che attualmente garantisce il 55% dei posti parlamentari, andrà partito che ha ottenuto più voti a livello nazionale. Attualmente il premio di maggioranza è attribuito invece all’intera coalizione, non al singolo partito. Il quesito 3 (scheda rossa) prevede, in caso di vittoria del Si, il rendere impossibile che un candidato si presenti in più di un seggio. Attualmente, invece, è possibile per i candidati presentarsi in più di una circoscrizione (in caso di elezione in più di una circoscrizione, sarà poi a discrezione del candidato scegliere a quale rinunciare).

ESEMPI
Quesito 1 e 2: Il partito “Sinistra Italiana” è un partito di centro-sinistra, in coalizione con altri 2 partiti minori “Sinistra e Centro” e “Più a Sinistra”. Al momento della votazione, “Sinistra Italiana” risulta ottenere il 30% dei voti, ” Sinistra e Centro” ha preso l’8% e “Più a Sinistra” l’11%. Il centro-destra si è invece presentato con una coalizione formata da due partiti, “Forza Destra” (34% dei voti) e “Destra è meglio” (3% dei voti). Il rimanente 14% dei voti è stato disperso (altri partiti, voti nulli, schede bianche, ecc…). Nella situazione attuale la coalizione di centro-sinistra, che ha totalizzato il 49% dei voti ed è quindi la coalizione più votata, grazie al premio di maggioranza riceverà il 55% dei seggi: questi seggi, saranno poi spartiti ai tre partiti  della coalizione, in base alle percentuali ricevuti. I rimanenti 45% dei seggi saranno invece spartiti alle altre forze politiche, sempre in base alle percentuali ricevute. Se al referendum vincesse il Si la situazione si ribalterebbe: il premio di maggioranza verrebbe infatti attribuito al partito più votato, ovvero “Forza Destra”, che otterrebbe il 55% dei seggi, ed il restante 45% dei seggi verrebbe distribuito agli altri partiti, compreso “Destra è meglio”.
Quesito 3: Piero Rossi è il leader del partito “Forza Destra”. Gli esiti delle votazioni sono incerti: il suo partito avrà sicuramente una rappresentanza in parlamento, ma non è possibile prevedere da dove proverranno i voti. Nella situazione attuale Piero Rossi si può candidare in tutte le circoscrizioni d’Italia, in modo da essere sicuro di essere eletto almeno in una; sarà poi sua a sua discrezione scegliere a quali rinunciare. Se al referendum vincesse il Si Piero Rossi potrebbe invece candidarsi in una sola circoscrizione.

Annunci

Azioni

Information

11 responses

10 06 2009
Verónica Caride

Grazie milla per la informazione. Io habito in Argentina e nessuna persona sa
cosa si vota.
La informazione qui non essiste.
Io li manderó la sua informazione a tutti miei conosciuti.
Cari salutti,

Verónica

10 06 2009
Pepenero

Credo che la modifica dell’attuale legge elettorale sia essenziale perché si tratta semplicemente di prendere atto dell’attuale stato delle cose: il bipartitismo, nel bene e nel male, è ciò che contraddistingue la nostra politica e benché credo sia più democratico un pluralismo politico non credo abbia molto senso quest’accanimento terapeutico su piccoli partiti che alle elezioni strappano al massimo un 2 o 3% di voti. Poi c’è una questione: ma per quale motivo la Lega (oggi) o un altro piccolo partito (domani) con una esigua percentuale di voti (e, quindi, scarsamente, rappresentativi della popolazione) devono godere di un premio di maggioranza attribuito ad un altro partito? La Lega ha parlato addirittura di rischio di ‘tirannide’… ma è tanto più democratico che a un piccolo partito come la Lega (che, tra l’altro, rappresenta solo una piccolissima parte del territorio nazionale) sia concesso di tenere sotto scacco un’intera maggioranza?

10 06 2009
pietromedio

Hai proprio ragione. La Lega non vuole che passi il sì perché in sostanza non avrebbe più la possibilità di governare senza confluire forzatamente nel PdL. In gioco è la stessa sopravvivenza del partito, e pare che il ricatto ai danni di Berlusconi e di tutti gli Italiani sia già avvenuto, col Cavaliere che ha ammesso di non fare campagna elettorale per il referendum.

10 06 2009
Annamaria Falco

Risiedo all’estero perció voto per corrispondenza. Non capisco bene se per votare il SI per l’abrogazione : devo cancellare il NO? E viceversa? Se voto NO cancello SI? Gradirei una vostra risposta urgentemente perché ho poco tempo per spedire il voto e voglio farlo con responsabilitá cittadina. Gradirei anche un vostro commento al riguardo anche se ho giá capito la vostra opinione. distinti saluti

10 06 2009
Luca

Per abrogare devi segnare il SI’, per non abrogare devi segnare il NO! Non devi cancellare! Il segno che tu metti è la risposta alla domanda che propone il quesito!

10 06 2009
rifondazionebuccinasco

Per votare SI, quindi essere favorevoli a cambiare la legge elettorale e attribuire il premio di maggioranza secondo il nuovo metodo, è necessarrio porre una croce sulla casella SI.

11 06 2009
gredase

la cosa migliore è astenersi. comportamento pienamente legittimo e a tratti doeroso. non si può ammettere che chi ha il cosenso del 35% dei votanti (che rispetto al totale non sarà nemmeno il 30%) governi come se la maggioranza del popolo fosse a suo favore.
chi prende il 35% dei voti vuol dire che è una minoranza e che la maggioranza, il 65%, non la pensa come lui. cambiare le carte in tavola e dire che chi è minoranza è maggioranza in Parlamento è assurdo.

perchè dare il premio a tutta la coalizione, quindi anche alla lega, è meglio?
perchè una cosa è aumentare i seggi rispetto ai voti del 10%, un’altra è aumentarli del 20%.

considerate poi che se pberlusconi prende il 55% e la lega il 10% manca loro solo un 1% per cambiare la Costituzione senza referendum.

insomma a certe condizoni è più conveniente presentare più liste che unificarsi, quindi questa legge elettorale è anche nociva per il bipartitsmo (ammesso che sia un bell’obiettivo).
perchè è nociva?
perchè adesso la lega+ il pdl prendono il 55%. con la nuova legge prnderebbero il 65%.
questo li incoraggerà a presentarsi separati.

(35%+premio di maggioranza+lega= 65% circa; adesso invece pdl+lega= >50%)
come si vede la governabilità è già garantita. modificare la legge serve solo ad aumentare il potere di berlusconi.

12 06 2009
13 06 2009
Top Posts « WordPress.com

[…] Referendum Elettorale: cosa si vota? di Andrea Collini A pochi giorni dal Referendum Elettorale, si sa ancora poco su cosa, come quando si vota e cosa […] […]

16 06 2009
Annamaria Falco

Veronica Caride e tanti altri che risiediamo all’estero abbiamo poche opportunitá di infirmarci, se non é attraverso internet ,perció vi prego che ogni qual volta ci siano elezioni vi prendiate il disturbo di comunicare con molta anticipazione cosa si vota. Considero che il nostro voto é tanto importante come quello dei residenti in Italia. Tenete conto che mi dispiacerebbe, come a tanti altri, commettere errori che non coincidessero con la mia ideologia.Vi prego , mantenermi informata. Grazie.

17 06 2009
angeloscuriatti

Si tratta dell’ ennesima trovata per truffare gli italiani. Se passasse il SI ci troveremmo in una seconda dittatura in quanto ” il Cavaliere smascherato ” farebbe di tutto, e dico tutto per non fare una nuova legge seria e democratica.
Il suo sogno è quelo di comandare i soliti YESMAN pronti anche al disonore pur di restare in sella . Ricordiamo un vecchio detto : ” Spunta il sole e canta il gallo ed il ….Cavaliere è già a cavallo “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: