I familiari dei ricoverati e degli assistiti NON devono partecipare al costo delle rette

20 10 2009

Le norme di legge sono chiare (art. 2 c. 6 decr. Leg.vo 130/2000), le rette dei ricoverati nelle strutture per anziani e disabili (RSA-CDI-RSD-CSS) non possono essere caricate sui familiari, ma solo sui redditi dell’utente e, per la parte non coperta, sui comuni.

I comuni devono impegnare le risorse per applicare queste norme anche attraverso l’intervento della Regione. Presso la Regione Lombardia ora si è costituito un “Fondo per le non autosufficienze” nel quale confluiranno anche le risorse stanziate a livello nazionale (44 milioni di € per il 2008 e 58 milioni per il nel 2009).

La Regione deve distribuire questi soldi ai comuni per poter intervenire sulle rette.

A questo scopo è stata predisposta una proposta di legge regionale d’iniziativa comunale. In base all’artc. 34 dello Statuto Regionale se almeno 5 consigli comunali o un solo consiglio provinciale approvano questa proposta il consiglio regionale deve discuterla.
Riteniamo importante approvare con urgenza questa proposta e inviarla al Consiglio Regionale.
Per discutere di questi temi il Cirgolo A.Gramsci di Rifondazione Comunista promuove un:

  • ATTIVO
    VENERDI’ 23 OTTOBRE 2009 – ore 21.00
    Presso la sede del PRC Via Vittorio Emanuele 10 Corsico
    Interviene il Compagno PIPPO TORRI – Commissione Sanità delle Federazione

Sono invitati/e i/le simpatizzanti e sostenitori del PRC

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: