Uragano in Salvador

28 11 2009

Riceviamo e pubblichiamo:

URAGANO IN SALVADOR: COSA POSSIAMO FARE ADESSO

I dati ufficiali: Domenica 8 novembre 2009 l´uragano IDA ha colpito El Salvador, abbattendosi in modo particolare su cinque regioni del paese: San Salvador (la capitale), La Paz, San Vicente, La Libertad, Cuscatlán. Le notizie a livello internazionale hanno riportato ciò che era successo solo durante i primi giorni, purtroppo però la situazione del paese è devastante. L´emergenza di questi giorni lascia spazio a problemi emotivi, psicologici, sanitari, oltre alla ricostruzione di case, scuole, ospedali. Le perdite che riporta il Ministero di Agricoltura e Allevamento sono di 30 milioni di dollari di danni alle coltivazioni e alle infrastrutture, soprattutto le coltivazioni di mais e fagioli che costituiscono gli alimenti base della popolazione, mentre vi è la stima di circa 130 mila dollari di danni nel settore bestiame e pesca.

Ma oltre a questi danni è la popolazione quella che soffre maggiormente, su un totale di circa 7 milioni di abitanti, i morti sono circa 300, ma molte persone risultano ancora disperse, mentre il numero degli sfollati è di circa 15.000. La maggior parte di queste non hanno più una casa, i loro terreni, le loro attività.

La realtà ci tocca da vicino: In oltre 15 anni di lettere, viaggi ed incontri, abbiamo avuto il dono di sentire una forte relazione di vicinanza con tante famiglie salvadoregne di contadini e di artigiani. Spesso abbiamo visto e comperato i loro prodotti, così colorati, al mercatino di S.Francesco; oppure attraverso il microcredito abbiamo potuto prestare loro il nostro risparmio perchè producessero l’artigianato o seminassero la terra. Ora ……il disastro: un disastro ancora più grave se si pensa al danno arrecato all’agricoltura con il rischio di carestia alimentare per il prossimo anno.

Cosa ti proponiamo di fare subito: Padre Rutilio Sanchez e Mariella Tapella stanno lavorando con il gruppo dei promotori e leader delle 60 comunità contadine per valutare come e da dove ricominciare. Nell’immediato, ti proponiamo di fare come siamo abituati al supermercato: “riempiamo il carrello di padre Rutilio” con il valore di una nostra spesa. Ognuno si regoli come può e crede. Quello che assicuriamo è che ogni singolo euro arriverà al massimo entro 10 giorni direttamente nelle sue mani.

Potete lasciare una busta direttamente a padre Cesare Azimonti, oppure potete fare (anche on line) un bonifico bancario a favore di:
Associazione Sant´Angelo Solidale Onlus – Banca Etica – Filiale 02 Milano – IBAN IT79 B050 1801 6000 0000 0121 631 (causale: El Salvador)”

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: