Presidio antifascista ANPI a Trezzano

6 07 2009

presidio comunisti uniti

Annunci




Buccinasco: ora e sempre Resistenza

20 04 2009

24aprileINIZIATIVE PER IL 25 aprile 2009

VENERDI 24 APRILE: seconda veglia resistente, aspettando la liberazione organizzata dall’ANPI di Buccinasco.
Ore 20.00 presso il Bar “ La Piazzetta” Via Manzoni 10 Buccinasco , CENA A BUFFET + BEVANDA € 10 , seguirà concerto con “ Mente Locale”.
Per prenotazioni e adesioni , telefonare ad Armando 328/64.93.697

SABATO 25 APRILE: Manifestazione Comunale a Buccinasco ore 10.15 concentramento in Piazza dei Giusti seguirà corteo alle ore 11.00 davanti al palazzo comunale Interventi delle Autorità e delle Associazioni.

SABATO 25 APRILE MANIFESTAZIONE NAZIONALE A MILANO
ORE 14,30 CONCENTRAMENTO A PORTA VENEZIA, CORTEO SINO A PIAZZA DUOMO

DOMENICA 10 MAGGIO: Visita al Campo di Concentramento di Fossoli (MO) e al museo del Deportato di Carpi – organizza ANPI di Buccinasco.
Partenza da Buccinasco ore 7,30 – davanti al Comune di Via Roma – Visite al Capo di Fossoli , al Museo e pranzo al ristorante “ il Poggio” – tutto compreso , quota di partecipazione € 40- Rientro previsto a Buccinasco ore 19,30- . Per maggiori informazioni Armando 3286493697.

Leggi il seguito di questo post »





Milano rifiuta la manifestazione delle destre xenofobe d’Europa

23 03 2009

Da settimane in rete circola l’inquietante notizia che il 5 aprile prossimo, a Milano, si svolgerà un “evento politico internazionale” promosso da Forza Nuova, con la partecipazione di esponenti del BNP (British National Party), del FN (Front National) e dell’NPD (Nationaldemokratische Partei Deutschlands), che insieme a Forza Nuova rappresentano le destre estreme europee.

Sono note e conclamate le posizioni razziste, xenofobe, negazioniste di queste organizzazioni, la simbologia, il linguaggio, le iniziative si richiamano molto spesso e senza ambiguità alla cultura, le idee e i valori neonazisti.

Per quanto riguarda Forza Nuova fu lo stesso ex Presidente della Repubblica Francesco Cossiga a chiedere alcuni anni fa lo “.scioglimento di Forza nuova” sulla base “del divieto costituzionale di ricostituzione del partito fascista e in base alle leggi ordinarie” (Corriere della Sera 25/4/2001).

Così mentre in Italia si preparano le iniziative per celebrare il 25 aprile, giorno della Liberazione dalla dittatura fascista e dal nazismo, Milano città medaglia d’oro della Resistenza Partigiana rischia di essere trasformata nella capitale del neo nazismo europeo. Noi antifascisti abbiamo profondamente a cuore i principi e i valori democratici e di libertà garantiti dalla nostra Costituzione. Leggi il seguito di questo post »





Domenica 4 Gennaio: La Befana del Partigiano

2 01 2009

befana09_copia1





Storia, (anti)Fascimo e politica (di Sinistra)

23 10 2008

Lettere al Direttore. In merito alla lettera di Fabio Raimondo, i giovani comunisti del corsichese rispondono

Egregio Direttore,

vorremmo rispondere, tramite lo spazio che riterrà di concederci, alle dichiarazioni di Fabio Raimondo pubblicate sul suo sito.

Esistono molte cose importanti nella vita, ma dicerto la più rilevante per chi volesse ritenersi un buon cittadino, è la conoscenza della storia.

Se un popolo ignora le sue radici, se non sappiamo “chi siamo stati”,allora non sappiamo neanche chi siamo oggi e verso qualefuturo vogliamo muoverci.

Il Novecento è stato un secolo di lotte violente fra diversi sistemi: il nazifascismo, il comunismo sovietico e il capitalismo liberale, la più subdola forma dello sfruttamento.

La revisione della storia è parte integrante dell’idea neofascista. Erodoto, chi ha studiato lo sa, revisionava la storia, in modo da renderla divertente al suo pubblico. E nel dipingere lo sterminio nazifascista come una favoletta inventata dagli alleati non vi è nulla di divertente. I latini della vecchia repubblica ci insegnano invece che la storia è maestra di vita, da leggere con occhio critico per non commettere gli stessi errori del passato.  Leggi il seguito di questo post »





Comunicato ANPI sulle dichiarazioni del Ministro La Russa

9 09 2008

L’ANPI NAZIONALE: «Continuano a sovvertire la storia per dare assalto all’antifascismo, alla democrazia e alla libertà»

SULLE DICHIARAZIONI DEL MINISTRO IGNAZIO LA RUSSA RILASCIATE L’8 SETTEMBRE 2008 IN OCCASIONE DEL 65° ANNIVERSARIO DELLA DIFESA DI ROMA A PORTA S. PAOLO

In seguito alla dichiarazione del Ministro della Difesa Ignazio La Russa secondo la quale «anche i militari dell’RSI combatterono per la difesa della Patria», espressione di un revisionismo che pone sul medesimo piano storico ed etico dittatura e libertà, totalitarismo e democrazia, l’ANPI Nazionale ribadisce quella che è una verità storica inoppugnabile: in Italia c’è chi si è battuto per ridare libertà e dignità alla nazione − i partigiani, i 600.000 militari deportati nei campi di concentramento nazisti e le truppe angloamericane − e chi per riaffermare un dominio assoluto e criminale, ricorrendo anche a stragi di civili innocenti e deportazioni, cui parteciparono attivamente i militari della Repubblica di Salò già considerati dall’allora legittimo governo italiano collaborazionisti dei nazisti e quindi perseguibili penalmente. Con preoccupazione assistiamo all’ennesimo tentativo, da parte di illustri esponenti del Governo, di sovvertire la Storia d’Italia per dare assalto ai valori che l’hanno sorretta per sessant’anni: democrazia, antifascismo e libertà. E per evidenziare sempre di più l’importanza e l’urgenza della Memoria l’ANPI fa sue le parole del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano pronunciate proprio in occasione della celebrazione per il 65º anniversario della difesa di Roma a Porta S. Paolo: Leggi il seguito di questo post »