Piano Casa: cosa succederà a Buccinasco?

13 10 2009

di Carlo Benedetti

Il 16 luglio il Consiglio Regionale ha approvato, con il voto contrario di tutte le opposizioni, il cosiddetto “Piano Casa” della Lombardia. La legge regionale n. 13/2009 “Azioni straordinarie per lo sviluppo e la qualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico della Lombardia”, che consiste in buona sostanza in una maxi-deroga (per 18 mesi a partire dal 16 ottobre 2009) alle previsioni quantitative degli strumenti urbanistici comunali vigenti o adottati e ai regolamenti edilizi, con concessioni di bonus volumetrici generalizzati.

 Dietro questa legge, con la scusa di fornire uno strumento per affrontare la crisi, si cela l’obiettivo evidente di favorire nuovamente i gruppi di potere immobiliare, in particolare dell’area metropolitana milanese. Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Piano intervento Mantegna/Romagna: le menzogne hanno le gambe corte

30 05 2009

di Carlo Benedetti

Nello scorso anno il comune di Buccinasco proponeva un piano di intervento nelle aree di Via Mantegna (quartiere Robarello) e di Via Romagna (quartiere Musicisti).
Veniva proposto di allargare il cimitero nell’area proprietà di un operatore privato al quale veniva dato in cambio la possibilità di edificare nel quartiere di Robarello nella unica area verde di quella zona, già intensamente edificata.

LO SCAMBIO AVVENIVA ALLA PARI. L’amministrazione voleva far credere che le due aree avessero lo stesso valore.

I cittadini dei due quartieri si sono da subito attivati per impedire uno scempio del territorio nelle due aree e per impedire quella, che alla grande maggioranza dei cittadini di Buccinasco, appariva come una regalia fatta ad un privato, un danno nei confronti della collettività.

Come vi ricordate la maggioranza del consiglio comunale, grazie alla pressione esercitata dai comitati cittadini, si espresse contro l’intervento proposto dalla amministrazione di centrodestra.
Ebbene oggi una perizia stragiudiziale, dopo attenta analisi del valore delle due aree, si chiude in questo modo: “Lo scambio è quindi vantaggioso per l’operatore”.

Questa frase fa giustizia di qualsiasi parola e affermazione fatta dalla maggioranza di centrodestra, dal Sindaco e dai componenti della giunta che proposero e sostennero quel progetto.

Riportiamo quindi i valori di questa perizia che penso parlino più di tante parole:

  1. Area proprietà Imm.re Ovest srl: Mq 25.590×0,3= mc 7.677 –> Valore area fra edificabile e standard: € 1.612.170
  2. Area proprietà Comunale: Mq 13.330×1,8 = mc 23.994 –> Valore area fra edificabile e standard: € 5.830.824

La differenza è di € 4.218.654 (8.168.453.180 delle vecchie lire).
Mantegna – Romagna: un progetto sbagliato e dannoso che per ora non è andato a buon fine grazie alla mobilitazione dei cittadini.





Terromoto in Abbruzzo, cominciamo a riflettere

16 04 2009

di Carlo Benedetti e Giorgio Crepaldi

A poco più di una settimana dal tremendo terremoto che ha devastato gran parte del paesi dell’Aquilano crediamo sia necessario fare una piccola riflessione.

Prima di tutto va messa in luce la grande generosità e il senso di solidarietà del popolo italiano, della protezione civile e dei vigili del fuoco che si sono adoperati per portare aiuti alla popolazione colpita dal terremoto. Va anche preso atto della positiva presenza dello Stato e del Governo e la loro vicinanza alla popolazione in questi primi giorni.

Anche il nostro circolo, nel suo piccolo, ha contributo raccogliendo materiale e fondi da far pervenire alle popolazioni colpite dal terremoto. Ha partecipato a quel sentimento generale di grande mobilitazione per aiutare il popolo abruzzese così duramente colpito.

E’ verissimo quello che stato detto: c’è stata un grande momento di unità nazionale in cui ognuno si è sentito nel dovere di “ partecipare “ di “ fare qualcosa”. Siamo d’accordo che in questo momento le polemiche sono fuori luogo, ma crediamo altresì che bisogna comunque anche oggi essere lucidi andando oltre lo stato emozionale e cominciare a riflettere, senza che questo tuttavia, diminuisca la nostra partecipazione e il nostro aiuto al popolo abruzzese. Leggi il seguito di questo post »





Benedetti: intervento sulla legalità al Consiglio Comunale aperto

7 03 2009

di Carlo Benedetti

Prima di tutto mi associo ai ringraziamenti a Livia Pomodoro e a Claudio Castelli per la loro partecipazione a questa iniziativa.
Ringrazio anche l’amministrazione comunale di avere realizzato questa iniziativa che ci permette di discutere in maniera aperta e ampia di un argomento che riguarda tutti i cittadini/e di questo comune.
Ci auguriamo che sedute di questo tipo possano essere indette per discutere anche di altri argomenti di interesse generale.
Come Partito della Rifondazione Comunista con la parola legalità intendiamo l’osservanza di tutte quelle leggi che regolano la vita civile. Lo stato primo fra tutti, deve garantire la legalità ai cittadini, rispettando, così come richiede alla popolazione, egli stesso le leggi.
Garantire la legalità è quindi rispetto delle regole e dei valori che la società si è data. Da questa osservanza derivano però, nello stesso tempo, diritti e doveri.
Crediamo che siano i valori delle persone, la loro qualità individuale, il loro mettersi in gioco fino in fondo gli elementi base per uno sviluppo della comunità.
Valori che sono fra l’altro ampiamente elencati nella nostra CARTA COSTTITUZIONALE rispetto alla quale anche questa sera ribadiamo con forza la nostra piena e convinta difesa contro i continui attacchi a cui è sottoposta. Leggi il seguito di questo post »





“Terreni venduti a prezzi vantaggiosi ai privati”: il Prc si rivolge alla Corte dei Conti

4 03 2009

di Davide Bortone, articolo apparso su GiornaleLibero

BUCCINASCO – Ieri sera il Consiglio comunale di Buccinasco ha dato parare positivo alla vendita a privati di due terreni su cui sorgono degli autolavaggi, in via dei Mille e all’angolo tra via Toscanelli e via Resistenza. Un provvedimento che ha scatenato le proteste della minoranza di centrosinistra. In particolare, il Prc intende segnalare alla Corte dei Conti le procedure, definendole “regalie” e “favori” nei confronti dei privati, che prima della recente scadenza della convenzione pagavano l’affitto all’ente.

SOSPETTI
A insospettire il capogruppo di rifondazione, Carlo Benedetti, è il valore al metro quadro stabilito dalle perizie giurate. “Nel documento – ha spiegato – si prendono come esempio i valori di terreni simili nei Comuni di Magenta, Arluno e Gaggiano. Non si capisce come mai, dal momento che non sono nella nostra zona. Perché non si è pensato di paragonarli ad aree di Corsico, Cesano Boscone, Assago, o Rozzano?”.

In via dei Mille, vicino al distributore Agip, sarà venduta a 118, 75 euro al metro quadrato l’area su cui sorge un autolavaggio, da anni in affitto a 4 milioni delle vecchie lire all’anno. “Un appezzamento di terreno simile, sul territorio di Corsico – ha evidenziato Benedetti – costa 300 euro al metro quadrato. Non pretendevamo tanto, ma scendere a 118 significa fare una regalia e un favore al privato. Questa perizia è la migliore? Se non ne sarà disposta un’altra procederemo a segnalare il tutto alla Corte dei Conti, in quanto si tratta di un’operazione in perdita”. Il capogruppo di “Insieme per Buccinasco”, forza di maggioranza, ha replicato a Rifondazione spiegando che “quella proposta è l’unica soluzione ovvia e praticabile sul caso specifico”. Leggi il seguito di questo post »





La pessima gestione dell’immobile di Via Bramante

28 01 2009

di Carlo Benedetti

E’ passato ormai un anno e mezzo da quando, con delibera 239 del 2 agosto del 2007, l’attuale maggioranza, revocava le precedenti delibere inerenti la destinazione a scopo sociale dei locali di Via Bramante 14.
Con successiva delibera N° 152 del 15/04/2008, l’attuale maggioranza assegnava definitivamente all’Associazione ANTA la gestione dei locali per la realizzazione di un Polo ambientale polifunzionale.

Quando l’attuale maggioranza era all’opposizione, contestò alla amministrazione di centrosinistra (di cui facevamo parte) la decisione di affidare i locali di Via Bramante ad una Associazione territoriale e soprattutto contestò il fatto che la precedente amministrazione contribuiva al progetto sociale con una quota di 30.000 € .

Il fatto “concreto e sotto gli occhi di tutti” è che dopo un anno e mezzo dalla sciagurata decisione di revoca delle delibere i locali sono ancora chiusi.

Rispetto a questo abbiamo richiesto a questa amministrazione, in data 23 settembre, di sapere quale era la situazione e quando il luogo sarebbe stato usufruibile dalla cittadinanza. Leggi il seguito di questo post »





Due pesi, due misure: abroghiamo i privilegi!

10 01 2009

di Carlo Benedetti e Giorgio Crepaldi

Abroghiamo i privilegi ! La suola e i diritti non sono più uguali per tutti: queste le conseguenze della politica della destra Italiana.

Che la legge Gelmini avesse come obbiettivo di distruggere la scuola pubblica è noto a tutti ma che attraverso questo disegno si manifestasse, senza pudore, anche la volontà da parte del centro destra di privilegiare i ricchi e la parte confessionale degli studenti è una vera vergogna.

Infatti basta ricordare come sia stato sufficiente che il monsignore Stenco, responsabile per la scuola della Cei (massimo organismo dei vescovi italiani), minacciasse la mobilitazione degli istituti cattolici per ottenere, quasi in tempo reale, un emendamento governativo alla Finanziaria che ripristina i fondi alle scuole private. Niente tagli dunque alla formazione privata.

E quella pubblica? Tutto come prima: confermati gli 8 miliardi di tagli.

Mesi di cortei, scioperi, lezioni all’aperto, occupazioni da parte di centinaia di migliaia di studenti, insegnanti e genitori della scuola pubblica non sono stati sufficienti per far cambiare idea all’esecutivo di centrodestra. Due pesi e due misure. Leggi il seguito di questo post »